Mission & Vision

L’Associazione Culturale Avventure Bilingui non ha fini di lucro ed è apolitica. Ha per oggetto attività di promozione e utilità sociale e interculturale con scopo solidaristico.

In particolare si propone di:

Favorire la conoscenza di sé e dell'altro;

qa

favorire la conoscenza di sé e dell’altro;

cd

logo casa
sostenere percorsi educativi in ambito familiare e comunitario;

cd

logo cammello

accrescere e approfondire la riflessione e la conoscenza della propria ed altrui cultura nei diversi aspetti che la caratterizzano (storia, lingua, gastronomia, tradizioni, ec..);

logo tavolozza

sc

incoraggiare l’apertura verso la diversità (culturale, linguistica, ecc.);

c

Come? Mediante l’organizzazione di attività linguistiche, culturali, creative, artistiche, manuali, teatrali e cinematografiche.

L’associazione, le cui attività sono rivolte ad adulti, anziani, adolescenti e bambini, riveste particolare attenzione verso questi ultimi per i quali promuove percorsi educativi che pongano al centro il bambino, ne rispettino i ritmi naturali di sviluppo e ne agevolino una crescita bilingue, aperta al nuovo e al diverso.

L’associazione, di ispirazione cristiana, si impegna inoltre a favorire e sostenere iniziative di volontariato rivolte a bambini, giovani e adulti, in condivisione della “Spiritualità della Restituzione”, propria del Sermig – Servizio Missionario Giovani.

Il contributo di partecipazione delle attività proposte da Avventure Bilingui è sempre comprensivo di quota associativa.

a

About Me

L’associazione culturale Avventure Bilingui nasce dall’incontro di due professioni, quella dell’accompagnatore e quella dell’insegnante che, seppur in forme distinte, hanno il comune obbiettivo di promuovere la conoscenza di lingue e culture differenti dalla propria. Mediante l’esperienza del viaggio, infatti, si gustano le diversità dei popoli e si arricchisce il proprio vissuto personale di paesaggi, prelibatezze, modi di dire e di fare distanti dal quotidiano. Allo stesso modo, imparare una lingua straniera, attraverso una metodologia di insegnamento informale e socialmente integrativa, significa, soprattutto in età infantile, crescere aperti all’altro, al nuovo, al diverso.

image

Elena Mauri – Dopo essersi laureata cum laude in Lingue e Letterature straniere – A.A. 2009/2010 – con la tesi dal titolo “La chose à voir: la lingua come strumento di aveuglement nelle guide turistiche francesi”, favorita dalla frequenza di un apposito master propedeutico in materia turistica, ha conseguito nel 2011 l’abilitazione alla professione di accompagnatore turistico iniziando ad accompagnare gruppi di turisti italiani e stranieri in tour e pellegrinaggi in Italia e Europa. Grazie all’occupazione come hostess plurilingue per Fiera Milano (2005-2012), a soggiorni prolungati all’estero e a scambi culturali effettuati durante il periodo degli studi, ha ampliato il suo bagaglio linguistico, affiancando a inglese, francese e spagnolo, il portoghese e il tedesco. Nell’ A.A. 2012/2013, il desiderio di accrescere la conoscenza della lingua italiana in relazione ad ambiti lavorativi a diretto contatto con stranieri la ha portata a conseguire il Master di I livello in promozione e insegnamento della lingua e della cultura italiana a stranieri presso l’università degli Studi di Milano. Nell’A.A. 2013/2014 si è invece specializzata nell’insegnamento delle lingue ai bambini mediante l’apposito corso di formazione triennale in Glottodidattica Infantile promosso dall’Università La Sapienza di Roma. Dall’incontro delle due professioni, quella dell’insegnante, che esercita a partire dall’anno 2013, e quella dell’accompagnatore, nasce l’associazione culturale Avventure Bilingui, di cui è presidente.

Team Avventura

Carlotta Rigobello – Dottore in filosofia estetica e diplomata in lingue straniere, grande viaggiatrice, ha soggiornato per lunghi periodi all’estero approfondendo la conoscenza e l’utilizzo delle lingue inglese e francese. Grande amante di libri per bambini, nonché esperta in letture animate per l’infanzia, si specializza nell’insegnamento delle lingue straniere mediante il percorso di formazione in glottodidattica infantile elaborato dalla Prof.ssa Taeschner – Università La Sapienza (Roma).

Francesca Velano – Il mondo dello scoutismo e le molteplici esperienze di volontariato l’hanno spinta ad avvicinarsi a culture e vissuti di ogni tipo. Dopo aver conseguito la maturità scientifica, decide dunque di specializzarsi nell’insegnamento delle lingue straniere, inglese e spagnolo, non solo laureandosi in lingue e letterature straniere ma anche specializzandosi in glottodidattica infantile.   Scopre il magico mondo di hocus&lotus e si lancia in questa nuova avventura bilingue, dedicandosi sia ai corsi per bambini che per adulti.

Giulia Mattina – Appassionata di lingue straniere fin dall’infanzia e determinata nel perseguire questo suo interesse, consegue la licenza linguistica con il punteggio di 98/100, raggiungendo una competenza di livello B2 in inglese, francese e spagnolo. Grazie alle esperienze di stage e volontariato a cui prende parte durante gli studi liceali, scopre il piacere dell’educare e di mettersi in gioco con i più piccoli, conciliando i suoi più grandi interessi: l’animazione, l’ambito educativo e l’apprendimento delle lingue straniere.

Sara Sperindio – L’interesse per le lingue straniere la porta ad intraprendere studi liceali  di indirizzo linguistico durante i quali consegue certificazioni di livello B1 in lingua inglese, francese, tedesca e spagnola, diplomandosi con il massimo dei voti. Gli stage linguistici a cui prende parte si rivelano essere inoltre un’ulteriore conferma dell’importanza della conoscenza delle lingue straniere in quanto punto di collegamento con le altre culture, ragione per la quale sceglie di specializzarsi in politiche economiche e relazioni internazionali. La passione per le lingue unità alle esperienze di volontariato infine la spingono a mettersi al servizio dei più piccoli le sue competenze linguistiche.